SUCCESSI

Mi è piaciuto studiare "Il gruppo, le leggi e le regole", ho imparato cose splendide tipo che si può raggiungere uno scopo se ci sono le regole in un gruppo.

- D.D. - (anni 8)

E' stato bellissimo studiare i Sumeri e i Babilonesi. Non sapevo che quei popoli erano abilissimi. Non ero abituato a quelle lunghissime pagine e vorrei davvero ma davvero che i bambini del mondo venissero qui e vorrei incoraggiare i formatori a non mollare.

- D.D. - (anni 8)

Ho imparato le divisioni. Il mio più grande risultato è che sono diventato il mago-re delle divisioni. E' stato difficile ma anche bello

- D.D. - (anni 10)

Ho studiato "Tu es bon en dictée'?". E adesso so dire cose nuove in francese e so fare i dettati.

- V.M. - (anni 11)

ISTRUZIONE FAMILIARE: DOMANDE E RISPOSTE

D Cos’e’ la scuola familiare o paterna (homeschooling)?

R La scuola familiare o paterna e’ l’istruzione tra le mura domestiche (e non solo) impartita dai genitori o da altre persone scelte dalla famiglia.
 

D E’ legale non mandare i miei figli a scuola?

R Si, e’ legale non mandare i propri figli a scuola. L’articolo 34 della Costituzione Italiana recita: …L’istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, e’ obbligatoria e gratuita. Quindi e’ l’istruzione ad essere obbligatoria, ma non la scuola.


D Cosa devo fare se voglio tenere mio figlio/a a casa ed educarlo senza l’ausilio dell’ istituzione scolastica?

R Dovete presentare un modulo al dirigente scolastico del vostro circolo dove dichiarate che vi occuperete dell’istruzione di vostro figlio/a. A volte bisognera’ dare testimonianza delle proprie capacita’ tecniche o economiche (dipende dal dirigente). Dovrete inoltre preparare un curriculum scolastico entro marzo/aprile ed esso dovra’ essere approvato dal circolo didattico al quale appartenente. Questo curriculum non dovra’ obbligatoriamente seguire il curriculum scolastico tradizionale, gli argomenti di studio possono essere scelti dai genitori, perlomeno per quello che concerne l’istruzione primaria.


D Perche’ le famiglie non vogliono mandare i propri figli a scuola?

R Le motivazioni sono molteplici: possono essere di natura religiosa, linguistica, perche’ i bambini sono portatori di handicap, perche’ la scuola non riesce a soddisfare le necessita’ del singolo, perche’ gli episodi di bullismo e violenza sono sempre piu’ frequenti o semplicemente perche’ i genitori non vogliono delegare ad altri il compito fondamentale di educare i propri figli.


D Ci sono altre famiglie che hanno scelto la scuola familiare in Italia?

R Pur rimanendo una minoranza ci sono altre famiglie italiane che hanno scelto la scuola paterna: risalgono agli anni 70 i primi casi di homeschooling all’italiana e vi sono anche alcune famiglie straniere in Italia che decidono di istruire personalmente i propri figli.